Antincendio edifici scolastici 2016

Edificio scolastico
Edificio scolastico

 

Con il DM 12 maggio 2016 vengono fissati i termini per l'adeguamento delle scuole esistenti. Soffermandosi però sul motivo per il quale non sono già stati messi a norma gli edifici scolastici italiani, si può notare come le cause principali possono ricondursi a due, correlate tra loro. La prima è rappresentata dall'entità e quantità di lavori di adeguamento previsti nella fase di progettazione, e la seconda il loro costo a volte insostenibile dalle amministrazioni.

Il DM 26 agosto 1992, che fissa i criteri di progettazione antincendio per gli edifici scolastici (attività 66 del D.P.R. 151/2011) con i suoi 24 anni di età, è entrato da tempo nell'obsolescenza. Prescrizioni troppo rigide, limitazioni di esercizio troppo oppressive e sopratutto misure di "sicurezza" spesso di natura poco funzionale.

 

Modellazione d'incendio
Modellazione d'incendio

 

L'alternativa però esiste, ed è l'approccio prestazionale in Fire Safety Engineering in accordo al DM 9 maggio 2007, che permette (istituendo la Deroga) di riprogettare completamente l'edificio scolastico in ottica ingegneristica. Fissando quindi gli obiettivi (sicurezza degli occupanti, dei soccorritori, resistenza al fuoco delle strutture...) e ricorrendo a modellazioni avanzate di incendio e di esodo per verificare gli stessi. I vantaggi sono enormi, in termini di opere di adeguamento e di conseguenza di investimenti economici. Il tutto senza ridurre il livello di sicurezza, anzi in certi casi innalzandolo, avendo infatti modo di quantificare gli effetti dell'incendio sull'edificio e le persone.

Alcuni vantaggi dell'FSE negli edifici scolastici:

  • regolarizzazione percorsi d'esodo troppo lunghi o troppo stretti (comprese le scale)
  • minor limitazioni nell'affollamento
  • minori necessità di protezione delle strutture dal fuoco

Esodo edificio scolastico

Richiedi informazioni specifiche:

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Il tuo messaggio