Velocità caratteristica di crescita dell’incendio (RTO)

 

RHR-RTO

 

 

Il codice di prevenzione incendi (RTO), nella parte di valutazione del rischio è decisamente prestazionale. Se è vero che risulta più semplice definire lo stato degli occupanti, è più delicata la scelta invece del rateo di crescita.

Per capire quale "ta" utilizzare bisogna aver chiari i fattori che influenzano la velocità di crescita dell'incendio.

Elenchiamone alcuni:

1) tipologia di materiale (un materiale più è "facilmente infiammabile" più aumenta la velocità di propagazione)
2) umidità (più è secco e più è veloce)
3) accatastamento (un accatastamento ordinato ed impilato bene, riduce la velocità - classico esempio il libro, rispetto i fogli sparsi e accartocciati-)
4) la disposizione (lo stesso materiale disposto in orizzontale propaga più lentamente rispetto lo stesso quantitativo disposto in verticale - es su scaffali-)
5) la ventilazione (difficile da tenerne conto, ma se un locale è ben ventilato la propagazione è favorita)
6) consultazione di curve RHR sperimentali per capire meglio la velocità di crescita reale (esempio per un'auto in un garage)
7)ultimo, ma non per importanza, controllare se si ricade negli "esempi" della tabella della RTO (sia per verifica delle proprie supposizioni, sia per criterio di scelta, magari anche solo per corrispondenza)

le tabelle citate sono queste:

G3-2-RTO
Rateo di crescita in funzione dei fattori influenzanti

 

Rateo di crescita suggerito per tipologia di attività
Rateo di crescita suggerito per tipologia di attività