Quando è obbligatorio l'adeguamento antincendio per le rappresentazioni teatrali?

Quando i locali hanno capienza superiore a 100 persone  ovvero di superficie lorda in pianta al chiuso superiore a 200 m2, questo perché tecnicamente diventano "attività soggette ai controlli dei Vigili del Fuoco". Nello specifico si tratta dell'attività numero 65 del DPR 151/2011.

Quale iter devo seguire?

La prima cosa da fare è il progetto antincendio. Questo necessita dell'approvazione da parte dei VVF (circa 60gg) quindi è opportuno muoversi per tempo. Ottenuta l'approvazione, si eseguono i lavori di adeguamento come impianti, presidi, porte REI ecc... (se necessari), ed infine si presenta la SCIA Antincendio per ottenere la conformità antincendio della propria attività (il Certificato di Prevenzione Incendi, per farla breve).

 

Ci sono delle novità che mi aiutano a risparmiare nei lavori di adeguamento?

Assolutamente si. Dal 3 gennaio 2023 si  può  applicare una nuova normativa chiamata RTV15 in  alternativa  al classico DM 19 agosto 1996. Una norma giovane, prestazionale ed in grado di cucire meglio addosso il progetto antincendio alla tua attività. Inoltre, anche nei casi più particolare dove è necessario l'approccio ingegneristico (FSE) non è più necessario istituire la Deroga (con tutte le lungaggini che la affliggevano).

 

Se ho già il progetto approvato, posso beneficiare della nuova norma?

Si, è sufficiente ripresentare il progetto, ottenere l'approvazione, eseguire gli eventuali lavori di adeguamento e presentare la SCIA per ottenere il CPI. Se hai delle limitazioni importanti nella tua attiività perchè "la normativa antincendio non te lo consente" potresti valutare l'approccio ingegneristico per risolvere i tuoi problemi.

 

Maggiori informazioni per la tua attività?

Today view: 1 - Total View: 43
Non hai tempo di seguire il nostro blog?
iscriviti alla nostra newsletter per rimanere aggiornato