magazzino alimentare

Applicazione del Codice di prevenzione incendi

La progettazione ha previsto l’applicazione della RTO, affrontando le seguenti strategie con soluzione alternativa:

S.2 Resistenza al fuoco LIV II

S.8 Controllo dei fumi e del calore LIV II

Benefici

I benefici di questa progettazione sono così riassumibili

S.2 Resistenza al fuoco: non si è reso necessario riqualificare le strutture

S.8 Controllo dei fumi e del calore LIV II: non si è possibile ottimizzare l’impianto SEFFC in accordo alla UNI9494:2017

 

Centro commerciale

L’edificio presenta una discreta interazione tra i locali adibiti a deposito con quelli fuori terra adibiti ad attività commerciali, uffici e comunque aperti al pubblico. Le scelte architettoniche fatte, rendono in primo luogo impossibile la compartimentazione completa tra il piano interrato (attività 70) e i piani superiori (attività 73) in quanto sono presenti due importanti forometrie nel solaio, in corrispondenza dei corridoi centrali.

I collegamenti tra i piani interessati, avvengono sostanzialmente tramite i seguenti:

  • scale di servizio interne ai locali commerciali (i quali hanno al piano interrato il deposito a servizio dell’attività del piano terreno)
  • scale esterne e aperte, utilizzate per l’esodo
  • scale interne, di tipo protetto a livello -1, che diventano di tipo aperto ai piani fuori terra
  • forometria maggiore di diametro 6,2m
  • forometria minore di diametro 2,5m

S-4 Esodo

Si segue la soluzione alternativa per il livello di prestazione I, applicando l’ingegneria antincendio