Deposito logistico

L’edificio oggetto di progettazione è un deposito logistico di grande superficie, caratterizzato da elevati quantitativi di materiale e numerose scaffalature per lo stoccaggio dei prodotti.

Le attività principale svolta all’interno del deposito logistico è quella di immagazzinamento di merce, individuabile in diversi reparti:

  • Ricezione della merce dai fornitori e controlli in ingresso;
  • Stoccaggio della merce nel magazzino manualmente, per componenti minori, e mediante carrelli elevatori per i prodotti di maggiori dimensioni;
  • Prelievo dei prodotti dalla scaffalatura manualmente, per componenti minori, e mediante carrelli elevatori per i prodotti di maggiori dimensioni;
  • Approntamento delle spedizioni e affidamento ai corrieri.

Obiettivo del progetto

La finalità del progetto era la richiesta di parere di conformità antincendio per la realizzazione del fabbricato adibito a deposito logistico, che si inquadra come Attività 70.2.C del DPR 151/2011 “Locali adibiti a depositi con quantitativi di merci e materiale combustibili superiori complessivamente a 5000 kg di superficie lorda superiore a 3000 mq”.

Realizzazione del progetto

La progettazione antincendio è avvenuta seguendo la Regola Tecnica Orizzontale (RTO) fornita dal Codice di Prevenzione Incendi – DM 03/08/2015: grazie all’iniziale valutazione del rischio incendio, che analizza le possibili sorgenti d’innesco e i materiali combustibili o infiammabili con i conseguenti carichi d’incendio, abbiamo individuato 3 compartimenti, di cui uno principale che consiste nel magazzino e due minori (uffici e carica batterie).

Abbiamo analizzato tutte le strategie previste dal Codice di Prevenzione incendi e, a ognuna, sono stati attribuiti i livelli di prestazione: in alcuni casi sono risultate sufficienti le soluzioni conformi previste dal DM, in altri casi, all’interno del compartimento principale del magazzino, si è visto necessario il ricorso alle soluzioni alternative. Nello specifico:

  • 3 – Compartimentazione: viene verificato il livello di prestazione II affinché sia soddisfatto il seguente requisito “è contrastata per un periodo congruo con la durata dell’incendio la propagazione dell’incendio verso altre attività e la propagazione dell’incendio all’interno della stessa attività”;
  • 4 – Esodo: viene verificato il livello di prestazione I affinché sia soddisfatto il seguente requisito “gli occupanti raggiungono un luogo sicuro prima che l’incendio determini condizioni incapacitanti negli ambiti dell’attività attraversati durante l’esodo”.

Attraverso l’approccio ingegneristico in Fire Safety Engineering abbiamo potuto validare i livelli di prestazione di sicurezza antincendio per le strategie individuate.