Edificio Industriale

L’attività in oggetto esegue lavorazioni di taglio di vari materiali plastici attraverso tecnologia laser, piegatura a caldo e non, termoformatura, incollaggio, assemblaggio ed imballaggio (serigrafia, verniciatura, incisione,…). All’interno dell’attività vengono lavorati molteplici materiali tra i quali plexiglass e poliesteri, PVC espanso, polistiroli compatti, teflon, legno, multistrati, impiallacciati, ferro, rame, ottone, acciaio, alluminio, arrivando a fornire il prodotto finito e confezionato al cliente finale.

Valutazione del Rischio

Al fine di identificare e descrivere il rischio incendio dell’attività si definiscono le seguenti tipologie di profilo di rischio:

• Rvita
• Rbeni
• Rambiente

Il profilo Rvita è attribuito per ciascun compartimento, mentre Rbeni ed Rambiente lo è per l’intera attività.

S-2 Resistenza al fuoco delle strutture

Si segue la soluzione conforme per il livello di prestazione III, identificando un valore di carico d’incendio di progetto pari a: 428 MJ/m2 ne segue che la classe minima di resistenza al fuoco sia di R30.

S-3 Esodo

A seguito della valutazione Rvita , Rbeni , Rambiente e i criteri di attribuzione della tabella S3-2 si definisce per entrambi i compartimenti il livello di prestazione di compartimentazione quanto segue:

Livello di prestazione II : E’ contrastata per un periodo congruo con la durata dell’incendio, sia la propagazione dell’incendio verso altre attività, che la propagazione dell’incendio all’interno della stessa attività. (S.3-2)