sprinkler fse nelle autorimesse

La carrozzeria dell'autovettura influenza l'efficacia dell'impianto sprinkler. In questo articolo vediamo cosa la nuova RTV V.6 Autorimesse richiede.

Con la pubblicazione della nuova Regola Tecnica Verticale è stato acquisito un concetto molto importate dalla prEN 1201-11 riguardante gli effetti dell'impianto di protezione attiva automatico su incendi di autovetture. Infatti a differenza degli incendi di materiale in deposito, la carrozzeria degli autoveicoli influenza l'efficacia dei sistemi automatici di controllo dell'incendio; pertanto la curva di rilascio della potenza termica non può essere limitata al valore raggiunto dall'incendio all'istante e tx di attivazione degli stessi sistemi ma si possono comunque ridurre percentualmente i valori della potenza termica rilasciata conservandone lo stesso andamento nel tempo.

Scenari per la verifica della capacità portante in caso di incendio

In caso di presenza di sistemi di controllo dell'incendio di tipo automatico all'istante tx di entrata in funzione dell'impianto automatico:

  1. Le curve di progetto possono essere ridotte fino al 50% della potenza termica indicata, mantenendo analogo andamento temporale;
  2. Può essere escluso l'effetto di propagazione dell'incendio ad altri autoveicoli.

Ricordiamoci che l'impianto sprinkler dovrà essere definito a disponibilità superiore al fine di poterlo considerare in termini quantitativi di abbattimento delle potenze termiche in gioco.

Esempio

Considerando un tempo di attivazione di 85s corrispondente al raggiungimento della potenza di 500kW ed una riduzione del 50% , si ottiene la seguente modifica della curva RHR(t):

Dove non si devono utilizzare queste curve RHR(t)?

La Regola Tecnica Verticale fornisce parametri quantitativi di RHR(t) con campo di applicazione limitato (correlato al test sperimentale eseguito per ottenerle). Resta facoltà del progettista antincendio quindi valutare se utilizzare queste curve anche in altre situazioni o in quel caso dotarsi di ulteriori RHR(t) sperimentali. In ultimo, bisogna ricordarsi l'effetto che sia ha nelle autorimesse a box correlato al controllo dell'incendio da parte della ventilazione.

 

Generalmente quindi non è obbligatorio adottarle:

  1. nelle autorimesse aperte le cui aperture di smaltimento costituiscono meno del 50% della superficie complessiva della facciata su cui sono attestate;
  2. autorimesse con compartimenti fuori terra organizzate a box auto;
  3. autorimesse interrate (sia aperte che a box auto);
  4. in tutti i casi si stiano perseguendo altri obiettivi di sicurezza in caso di incendio (es: esodo, smaltimento fumi e calore, sicurezza dei soccorritori...)

Resta intesa la necessità di considerare gli effetti dell'impianto sprinkler in accordo alla prEN 1201-11.